Prossimi eventi: EIMA International /6-10 novembre 2024

Prossimi eventi: EIMA International /6-10 novembre 2024

7 Luglio 2023

Chiaramello, Key Account Kiwitron: “Cruciale l’attenzione al cliente”

Corporate

giulio-chiaramello-key-account-kiwitron

Giulio Chiaramello, ex Service Manager di Still Italia, è oggi Key Account Manager di Kiwitron e un nuovo prezioso supporto per la gestione del cliente.

 

Nella nostra intervista, gli domandiamo quale sia il valore aggiunto e immediato delle soluzioni tecnologiche di supporto alla sicurezza. La collaborazione con Kiwitron, infatti, risale a diversi anni fa, e così la sua conoscenza dei nostri sistemi.

 

Perché i prodotti Kiwitron portano valore aggiunto ai Service tecnici dei clienti?

Kiwitron è una realtà all’avanguardia, giovane, dinamica, e costituisce un’eccezione del settore. Mentre la maggior parte dei sistemi di rilevamento oggi sul mercato si basano su tag e altre tecnologie piuttosto datate, che necessitano di costante monitoraggio, le soluzioni di supporto alla sicurezza di Kiwitron si presentano come avanzateintelligenti e di facile gestione.

In particolare, quando i clienti vengono a conoscenza del prodotto di punta di Kiwitron, KiwiEye – un sistema composto da sensore ottico e intelligenza artificiale – si rendono conto dei suoi vantaggi inediti.

Installazione semplice e veloce, rilevamento selettivo, nessun bisogno di personale dedicato.

Al netto di un miglioramento radicale delle performance, inoltre, parliamo anche di un risparmio rilevante in termini di costi aggiuntivi.

KiwiEye, infatti, può essere installato autonomamente dal Service del cliente e non necessita di ulteriori infrastrutture o dispositivi per il funzionamento.

Ad esempio, per gestire il rallentamento del mezzo, è sufficiente stampare un codice ArUco e posizionarlo come cartello in qualsiasi punto dello stabilimento: KiwiEye riconoscerà il segnale e attiverà la funzionalità di rallentamento del mezzo.

 

 

Soluzione molto più pratica ed economica di qualunque alterazione strutturale dell’ambiente di lavoro.

 

Cosa ti colpì di Kiwitron quattro anni fa – la Kiwitron con cui hai iniziato a collaborare?

Kiwitron mi ha incuriosito al primo incontro, dal momento che già allora si occupava di intelligenza artificiale tramite sensori ottici. Ho deciso quindi di montare e testare KiwiEye sul campo, capendo subito che si trattava di uno strumento innovativo e promettente.

In seguito, sono rimasto impressionato dal fatto che tutte le richieste di implementazione avanzate dalla mia azienda siano state superate insieme, passo per passo. E proprio dalla nostra collaborazione ho capito che Kiwitron è un’azienda particolarmente attenta al cliente.

Questa caratteristica la rende partner d’eccezione. Negli anni, ho avuto numerosi clienti che attribuiscono un valore prioritario alla sicurezza dei dipendenti, e le loro richieste, a volte, sono state molto specifiche, in base alla tipologia dei loro ambienti di lavoro.

Grazie alla collaborazione con Kiwitron ho potuto anticipare le loro necessità e trovare nuove soluzioni di supporto alla sicurezzaadeguate a ciascun caso.

 

Passiamo a domande più personali. Perché hai scelto di lavorare con noi?

Ho cominciato a proporre sistemi Kiwitron di ausilio alla guida in un momento in cui tutto l’indotto industriale della mia area, a cominciare dall’automotive, stava fortemente rallentando.

Proporre al cliente, da noleggiatore, sistemi tecnologici che possono metterlo al riparo da costi aggiuntivi per danni o manutenzione straordinaria si è rivelata una carta vincente. Di fatto, ho iniziato a proporre un servizio e una soluzione per il risparmio – recepiti dal cliente in maniera positiva.

 

In questo modo, ho costruito la fidelizzazione del cliente, e, nel frattempo, io mi sono divertito, ho ottenuto risultati. Mi piacciono le sfide: se proporre soluzioni tecnologiche per risolvere problemi di sicurezza ed efficienza può esserlo stato, inizialmente, poi ho potuto vedere la fiducia e la soddisfazione dei miei clienti crescere negli anni… di conseguenza, io per primo mi sono appassionato.

 

In un’offerta di carrelli elevatori, in che modo i sistemi Kiwitron riescono a differenziare il prodotto?

Sicuramente lo differenziano rispetto allo standard. Nel momento in cui proponi insieme al carrello un sistema per aumentare la sicurezza e dimostri che il sistema è perfettamente integrato alla macchina, sia per il funzionamento sia per i servizi di Customer Support, il cliente percepisce un concreto valore aggiunto all’offerta.

L’importante è fargli toccare con mano le nuove potenzialità del carrello e della flotta in seguito all’installazione del sistema.

 

Cosa suggerisci quindi ai concessionari nostri partner?

Suggerisco di montare su un carrello, presso il cliente, un sistema “demo”, in modo che il cliente possa apprezzarlo tarandolo in base al proprio ambiente di lavoro.

Questa è la chiave di volta: il cliente, potendo testare il sistema nel proprio ambiente, ne coglie con immediatezza le potenzialità, perché riesce a sfruttarlo in base alle proprie esigenze più specifiche e individuare subito una risoluzione ai problemi.

Mi è capitato spesso di vedere clienti talmente innamorati del sistema in “demo” da, semplicemente, non riuscire più a pensare di farne a meno. Ovviamente, sono diventati clienti affezionati.

Leggi le altre notizie corporate

Corporate

Il 15 di dicembre tutta Kiwitron si è ritrovata per una giornata full-immersion di attività progettuali e di gioco per un team building aziendale a 360 gradi.

29 Dicembre, 2023

Corporate

Qual è il valore aggiunto delle soluzioni tecnologiche di supporto alla sicurezza?

7 Luglio, 2023

Corporate

Per continuare a nutrire l’importante legame con il territorio, Kiwitron ha partecipato alla sponsorizzazione del nuovo murale dedicato a Guglielmo Marconi

15 Maggio, 2023

Corporate

Conosci il team di intelligenza artificiale, data science e robotica è una risorsa indispensabile per lo sviluppo delle soluzioni tecnologiche più avanzate

13 Febbraio, 2023