Prossimi eventi: EIMA International /6-10 novembre 2024

Prossimi eventi: EIMA International /6-10 novembre 2024

8 Maggio 2024

Almag e Cubor-Car scelgono Kiwitron: tecnologie flessibili e senza tag, l’arma vincente per concessionari e clienti finali

Casi studio

Kiwitron-Cuborcar-controlli-sicurezza-carrelli-elevatori

Matteo Gelmi, Responsabile del Sistema di Gestione Integrato Qualità, Ambiente, Salute e Sicurezza, Energia e Sostenibilità ed RSPP dei tre stabilimenti produttivi di Almag S.p.a, e Alessandro Borghi, CEO di Cubor-Car S.r.l, ci raccontano come Kiwitron è riuscita a migliorare il modo di lavorare sia del cliente finale, sia del concessionario.

 

Almag e Cubor-Car hanno ormai un rapporto storico. Come arrivate a Kiwitron?

Matteo Gelmi: Almag, azienda bresciana che opera dal 1946 in ambito metallurgico, appartenente al Gruppo H.U.G Holding Umberto Gnutti, nei reparti di Fonderia, Estrusione e Trafilatura produce barre in ottone per torneria e stampaggio. Almag arriva a Kiwitron perché alla ricerca continua delle migliori soluzioni per mitigare il rischio di investimento nei suoi ambienti produttivi.

In Almag abbiamo diverse decine di mezzi operanti per la movimentazione interna delle merci, principalmente carrelli elevatori e carriponte, ma anche diverse pale gommate.

Abbiamo iniziato già da alcuni anni con altre soluzioni dove la tecnologia ci ha aiutato nel controllo del rischio di investimento mezzo-pedone: operatori interni e autisti esterni indossavano dei gilet con i tag di identificazione che facevano rallentare i carrelli. Abbiamo inoltre implementato altre applicazioni in zone a rischio specifico dove, per esempio, la movimentazione del carroponte viene limitata alla rilevazione di persone in zona non sicura da carichi sospesi.

 

Kiwitron-Cuborcar-radar-carrelli-elevatori

 

Alessandro Borghi: e nel 2021 Cubor-Car ha inserito il radar nelle soluzioni per il noleggio. Ora il sensore ottico con AI di Kiwitron è tra le più interessanti sul mercato

 

Kiwitron-Cuborcar-sensore-ottico-intelligenza-artificiale

 

Infatti, stiamo testando 16 macchine a noleggio allestite con i dispositivi KiwiEye in Almag. Personalmente, credo molto in questo progetto.

Cubor-Car arriva a Kiwitron nel 2019, con il datalogger KeyOne montato su un carrello nello stabilimento di un’azienda di Visano

 

Kiwitron-Cuborcar-dispositivi-sicurezza-aziendale

 

Poi, la prima vera e propria fornitura l’abbiamo fatta nel 2020, con la 4.0 su una flotta a noleggio di 10/11 macchine. Le cose che ci hanno colpito fin da subito di Kiwitron sono state lo spirito umano, il personale tecnico, la disponibilità e la flessibilità dell’azienda

 

Quali sono i vantaggi che Almag (cliente finale) e Cubor-Car (concessionario) vede in Kiwitron?

Matteo Gelmi: il vostro sistema di gestione dell’analisi degli incidenti e le notifiche degli urti consentono un monitoraggio puntuale degli eventi che accadono nei nostri stabilimenti. 

La funzione heatmaps per l’analisi delle aree a rischio e dei near miss è fondamentale per avere un’idea chiara della pericolosità delle movimentazioni svolte nelle diverse aree di lavoro.

Inoltre, poter pensare a un progetto integrato di stabilimento che abbia una tecnologia di riferimento e un partner unico per poter rallentare i mezzi nelle zone più critiche (portoni/percorsi pedonali, angoli ciechi) senza dover dotare tutti i pedoni di tag è vincente. 

 

Kiwitron-Cuborcar-riconoscimento-pedoni

 

In Almag stiamo collaborando anche con altri fornitori di pale gommate su cui abbiamo lo stesso vostro sistema di prevenzione.

Alessandro Borghi: sicuramente l’AI rispetto alla tecnologia UWB. Non c’è bisogno di distribuire tag e ricaricarli. Il vantaggio è che la vostra tecnologia strizza l’occhio alla sicurezza e contemporaneamente all’efficienza.

Questa partnership tra Kiwitron, concessionario e cliente finale permette di avere servizi più flessibili e fluidi. Il fine del concessionario è quello di semplificare la vita al cliente finale e questo è reso possibile grazie alla partecipazione attiva di tutte e tre le parti.

 

Una domanda per Matteo: come hanno reagito i dipendenti Almag all’inserimento di questa nuova tecnologia?

I lavoratori hanno sempre un po’ di diffidenza rispetto al cambiamento tecnologico, ma è facilmente compreso dalla maggior parte di loro che la tecnologia viene inserita per evitare gli incidenti e per la loro sicurezza, quindi stanno accogliendo queste nuove soluzioni in modo favorevole: si passa da una iniziale percezione di obbligo a una più consapevole di lavorare insieme verso la strada della migliore sicurezza applicabile ai nostri processi.

 

Cosa si può migliorare nel prossimo futuro?

Matteo Gelmi: ci vuole un partner che aiuti le aziende nella progettazione e ottimizzazione della sicurezza delle movimentazioni merci di stabilimento, approfondendo un servizio di analisi dei rischi digitalizzato e misurato in tutti i vari ambienti, proponendo relative specifiche azioni di prevenzione e miglioramento di gestione del rischio: dare questo servizio rende Kiwitron un partner unico per il cliente finale.

Inoltre, una partnership solida con i concessionari, sia di carrelli elevatori che di tutti gli altri mezzi di movimentazione merci, dà sicuramente ancora più certezze al cliente finale.

 

Alessandro Borghi: il futuro è saper dare il prodotto giusto nel contesto giusto: questa è la nostra mission “soddisfazione cliente”. Con il noleggio offriamo soluzioni flessibili in continua evoluzione. Il valore della 4.0 è la digitalizzazione attiva e fruibile, promotrice di dati concreti, che ci aiutano a migliorare la nostra performance.

Cuborcar cresce interpretando le richieste che gli arrivano direttamente dal cliente e guarda al miglioramento continuo giocando la partita al suo fianco, supportandolo con consulenza efficace prima e prodotti specifici poi. Può farlo solo se trova un partner flessibile e disponibile come Kiwitron.

La partnership con un’azienda come Cubor-Car permette a Kiwitron di sviluppare dei dispositivi che si incontrano perfettamente con le capacità delle macchine di cui ha bisogno un’azienda come questa e di sviluppare una conoscenza sui carrelli; permette inoltre a Cubor-Car di installare correttamente i dispositivi Kiwitron e saperli sfruttare al meglio. Il bisogno di Cubor-Car di avere un dispositivo elettronico che si adatta alle esigenze della macchina è stato compreso e incontrato da Kiwitron. 

 

kiwitron-sicurezza-muletto

 

kiwitron-sicurezza-carrelli-elevatori-muletti

 

Kiwitron-cubor-car-sicurezza-intelligenza-artificiale

 

kiwitron-cuborcar-sicurezza-carrello-elevatore

Leggi le altre notizie casi studio

Casi studio

Matteo Gelmi, RSPP di Almag S.p.a, e Alessandro Borghi, CEO di Cubor-Car S.r.l, raccontano come Kiwitron ha migliorato il modo di lavorare

8 Maggio, 2024

Casi studio

Alberto Riva, COO di RIVA – Carrelli Elevatori e Sistemi per la Logistica, ci parla di come è nato l’interesse della sua azienda verso Kiwitron

17 Aprile, 2024

Casi studio

Cogne Acciai Speciali, una realtà così ricca di lavoratori, mezzi in movimento e struttura che ha standard altissimi per quanto riguarda la sicurezza.

23 Gennaio, 2024

Casi studio

Il 24 novembre 2023 a Rodengo, in provincia di Bolzano, si è tenuto il Safety Day, iniziativa a cura di Profiservice, Concessionario CGM Cat®Lift Trucks…

29 Novembre, 2023